6° Giorno di Scrivere Collettiva


L’uomo avanzava con un’andatura saltellante da uccello in cerca di grano, bofonchiando frasi sconnesse e lanciando continue occhiate all’orologio. Sofia cominciava ad essere preoccupata, non c’era un solo valido motivo per cui il padre dovesse essere lì. Poi, all’improvviso, l’uomo si tuffò in una fitta parete di rovi e spine e fu come fosse stato inghiottito in un verde nulla.

Racconto completo su ScrivereCollettiva.wordpress.com

Annunci

5° Giorno di Scrivere Collettiva


Già, dove cavolo stava andando? Attorno a loro c’erano solo campi di grano; l’autobus si era già allontanato dalle ultime case di periferia e non aveva ancora incontrato quelle del paese successivo. L’istinto, ancora una volta, la portò a seguirlo; scese dalla porta di dietro e, senza farsi notare, seguì da una certa distanza i suoi passi sicuri che avanzavano apparentemente nel nulla. 

Di Sara
Seguite il racconto completo su ScrivereCollettiva.wordpress.com