Miniesercizio 23 – Brand


Ogni nostra azione, sensazione, emozione è spesso collegata a una marca, a un brand. Immaginate di bere una coca cola con ghiaccio e limone. Improvvisamente avete in mente un’idea per eliminare le marche dalla nostra vita. Siete euforici e lo comunicate al barista.
Inventate una storia di 100 parole avendo a disposizione:
– una coca cola con ghiaccio e limone
– un’idea rivoluzionaria
– questa foto
miniesercizio 23
Annunci

6 pensieri su “Miniesercizio 23 – Brand

  1. Aveva tra le mani quel bicchiere vuoto da un po’ di tempo. Il sapore deciso e rinfrescante della coca cola e del limone era esploso nella bocca. Una sensazione gelida si cominciò a diffondere dalle mani alla testa.
    Una lampadina, idea.
    Si alzò dalla sedia e si diresse verso il barista.
    “Perchè dovremmo vivere legati ad una marca? Ho in mente qualcosa per eliminare tutto questo dalle nostre vite!
    Finalmente i nostri ricordi saranno liberi, finalmente apparterranno solo a noi”.
    Il barista sorrise in silenzio, pensando che spesso la gente nasca con qualche rotella fuori posto.
    Si chiuse in casa. Lavorò e trafficò senza sosta fino all’alba. Quando aprì la porta si ritrovò di fronte due altissimi signori, cappello scuro e giacca.
    “Venga con noi, ordini importanti”.
    Neanche il tempo di infilarsi il cappotto e fu condotto in un oscuro scantinato dove il freddo e l’odore di muffa ebberola meglio sul suo naso infreddolito.
    Si aprì una porta alle spalle del poveraccio seduto.
    “Bene, e lei vorrebbe eliminare le marche dalle nostre vite? Incredibile.”
    Lo strano individuo tamburellava le dita sul tavolo di legno guardandolo inquisitorio.
    “Ma…ma…veramente…io…non capisco”.
    “No, no non ci siamo”.
    Ad un tratto tirò fuori dal taschino della giacca un piccolo flacone dal vetro scuro. Era facile intuire ci fosse qualcosa all’interno.
    “Non le daremo molto tempo, ma le do la pissibilità di rimediare.
    Si rende conto a cosa porterebbe la sua invenzione? Gli equilibri mondiali sarebbero in pericolo…ci pensi, ci pensi bene”.
    Lo lasciarono solo per un po’ ma, al loro rientro, ritrovano la boccettina ancora sul tavolo. Lo sguardo perso nel vuoto, solo un debole cono di luce entrava da una finestrella in alto.
    Intanto il barista, avendolo seguito la sera prima, riuscì ad intercettare l’abitazione del tizio della coca cola.
    Arrivato, trovò la porta aperta. Entrò con circospezione.
    ” Senta guardi, ho cambiato idea, la aiuto sa?”
    Il suo sguardo si volgeva a 360 gradi.
    “Bah, che mi sarà venuto in mente…”
    Così si girò ed andò via voltando le spalle ad un letto ancora sfatto.

    Liked by 2 people

  2. Elena è seduta al tavolino nella piazza di Cocalandia. Un refolo di vento le scompiglia i capelli. Una Coca, un bicchiere e tanta sete ma zero idee. Quelle sono sparite sotto la calura estiva. Un rivolo di sudore scende dalla gola nell’incavo del seno. Sbuffa, versa un po’ di quel liquido marroncino nel bicchiere col limone. Accosta le labbra per sentire il sollievo del fresco delle bollicine. Lampadina.
    «Bell’idea» dice a mezza voce, mentre sorseggia la bevanda. Un sorriso e un’altra sorsata. «Sì, proprio bella».
    È una rivoluzione a pensarci bene. Però, pensa, è talmente intrigante che me la scippano.

    Liked by 1 persona

  3. L’idea gli folgorò la mente mentre un rutto possente e liberatorio al sapore di limone gli squassava la gola.
    Aveva bevuto tutto d’un fiato.
    E ancora nel suo stomaco la bevanda fresca gorgogliava.
    Di corsa andò dal barista. Ma non arrivò a dirgli ciò che aveva pensato.
    Il limone era il quid.
    Ma non aveva marchio. Perché essere schiavi del marchio? Perché?
    La risposta gliela diede il televisore acceso dove una bella fanciulla facendo scivolare la bottiglia bagnata tra due colline di carne ben sode attirò la sua attenzione.
    Sì. Il marchio era importante. Eccome se lo era. 9

    Liked by 1 persona

Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...