Esercizio di sceneggiatura


Buonasera ragazzi!

Vi proponiamo un esercizio particolare: creare una sceneggiatura per una tavola di fumetto.

Una sola tavola fatta da sei vignette.

Dovrete scrivere:

  • Vignetta 1: succede questo…
  • Vignetta 2: succede quello…
  • Vi… ecc.

2017-07-21_17h28_41

Questo è lo stile più o meno.

Vediamo come ve la cavate questa volta…

L’idea è quella di far creare poi a un vignettista la tavola che rappresenta la sceneggiatura che reputiamo più accattivante!

Buon divertimento!

Annunci

21 pensieri su “Esercizio di sceneggiatura

  1. Scena 1: spiaggia affollata e mare piatto. Un gruppo di bambini gioca con palette e secchielli. Il protagonista è sulla battigia. Asciugamano sulla spalla e occhiali da sole. Il protagonista vede venirgli incontro una ragazza che va verso il mare
    Scena 2: lei gli passa accanto e lui le chiede l’ora.
    Scena 3: sono le sedici risponde lei sorridendogli
    Scena 4: lui si distrae e camminando per seguirla distrugge un castello di sabbia.
    Scena 5: I bambini piangono e gli buttano la sabbia addosso.
    Scena 6: lui si sveglia dal sogno tossendo a causa della sabbia che i bambini gli hanno versato in bocca.

    Liked by 1 persona

    • Mi piace, però sarebbe complicato in alcune scene. Ad esempio nella scena 5 descrivi 2 azioni, ma può esserne disegnata solo una… o piangono, o gli buttano la sabbia… mi sembrerebbe strano fargli fare la cosa nello stesso momento…
      In realtà si può anche fare, però dovresti aiutarmi a capire meglio ogni scena come dovrebbe essere rappresentata. Mi servono più dettagli.
      Comunque come sempre è un piacere vederti partecipare!

      Mi piace

      • Grazie per l’apprezzamento. Pure per me è un piacere partecipare. Purtroppo non posso farlo con la desiderata continuità.
        Secondo me il vignettista può realizzare un disegno dove i bambini con il viso rigato da lacrimoni gli buttano la sabbia in bocca.
        Come pure nella scena 1 può rappresentare il tizio di spalle con il suo asciugamano, la ragazza di fronte a lui e i bambini a terra che giocano.
        Nella scena 6 lui si alza all’improvviso portandosi la mano alla bocca e i bambini di fronte a lui lanciano la sabbia. Pur nella staticità dell’immagine il vignettista sa rappresentare il movimento.

        Buon proseguimento d’estate.
        G.R.

        Liked by 1 persona

  2. N.1 Tramonto, un ciglio di strada, una ragazza, poggiata su una staccionata, guarda malinconica verso il sole infuocato di rosso.
    N.2 Passa un’ auto, di quelle sportive, con un ragazzo all’interno
    “Vuoi un passaggio? Sei sola?”
    N. 3 La ragazza gli sorride, lo guarda con i suoi grandi occhi sognanti e profondi
    “No, grazie…proseguo a piedi”
    N. 4 Il secondo giorno il ragazzo passa di nuovo per la stessa strada, spera di incontrare la stessa ragazza…
    N.5 La ragazza non c’è, ma trova sul posto in cui si erano parlati una rosa di colore rosso sangue ed un biglietto
    “Se vorrai incontrarmi il destino ci unirà”
    N.6 Dopo dieci anni il ragazzo diventato uomo rivede quella ragazza, ormai donna sulla stessa strada, lo stesso stesso tramonto crea lo sfondo del loro
    Si guardano, si riconoscono
    “Vuole un passaggio?” Chiede sorridendo l’uomo
    “Adesso sì” risponde la donna che sale in macchina allontanandosi verso il tramonto.

    Liked by 1 persona

      • Mmmmm…
        Inserire un blocco con scritto dieci anni dopo…disegnare solo l’uomo in macchina già fermo di fronte alla donna seduta su una staccionata. Poi le battute di dialogo.
        Mi piacerebbe lasciare ai lettori immaginare cosa sia successo fino al momento dell’incontro…
        La parte in cui si allontana si potrebbe eliminare e terminare solo con Adesso sì…

        Liked by 1 persona

  3. N.1 Tramonto, un ciglio di strada, una ragazza, poggiata su una staccionata, guarda malinconica verso il sole infuocato di rosso.
    N.2 Passa un’ auto, di quelle sportive, con un ragazzo all’interno
    “Vuoi un passaggio? Sei sola?”
    N. 3 La ragazza gli sorride, lo guarda con i suoi grandi occhi sognanti e profondi
    “No, grazie…proseguo a piedi”
    N. 4 Il secondo giorno il ragazzo passa di nuovo per la stessa strada, spera di incontrare la stessa ragazza…
    N.5 La ragazza non c’è, ma trova sul posto in cui si erano parlati una rosa di colore rosso sangue ed un biglietto
    “Se vorrai incontrarmi il destino ci unirà”
    N.6 Dopo dieci anni il ragazzo diventato uomo rivede quella ragazza, ormai donna, sulla stessa strada, lo stesso tramonto crea lo sfondo del loro incontro.
    Si guardano, si riconoscono
    “Vuole un passaggio?” Chiede sorridendo l’uomo
    “Adesso sì” risponde la donna che sale in macchina allontanandosi.

    Liked by 1 persona

  4. Ecco la mia sceneggiatura

    Vignetta uno
    Due ragazzi si tengono per mano. Sullo sfondo il sole tramonta e tinge di rosso il mare. Non parlano, si guardano teneri e innamorati.
    Vignetta due
    Nuvola. “Elisa…” dice il ragazzo. “Dimmi?” risponde lei.
    Lui guarda il mare rosso, mentre Elisa lo osserva. Sul mare volteggiano i gabbiani.
    Vignetta tre
    Nuvola. “Elisa, vedere questo mare mi rende poeta”
    Elisa sorride, mentre lo abbraccia. I loro piedi sono bagnati dalla risacca del mare. Il sole sta affondando all’orizzonte.
    Vignetta quattro
    Nuvola. “Abbiamo perso ancora questo tramonto.
    Nessuno ci vide questa sera con le mani intrecciate
    mentre la notte azzurra cadeva sopra il mondo” recita il ragazzo. “Chi l’ha scritto?” domanda Elisa. “Pablo Neruda”.
    Il sole è quasi scomparso all’orizzonte. I gabbiani volano radenti il mare.
    Vignetta cinque
    I due ragazzi si abbracciano, baciandosi coi piedi immersi nell’acqua. Alle loro spalle la pineta diventa scura e le loro ombre si allungano sulla spiaggia.
    Vignetta sei.
    Riprendono a camminare verso la duna che li separa dalla pineta. Il crepuscolo crea ombre cinesi sulla spiaggia.
    FINE

    La trovate anche sul mio blog http://wp.me/pNMKv-KN

    Liked by 1 persona

  5. Scenetta 1
    Un ragazzo esce dal retro del bar. Il cappuccio della felpa sulla testa lascia a mala pena intravedere i contorni del viso ossuto. Lo stretto vicolo è abitato da una moltitudine di topi, che all’arrivo dello strano individuo, scappano a nascondersi, andando a sbattere violentemente su un copri cerchio di ferro di una ruota, che suona metallico .. Infondo al vicolo c’è un ombra, ma non si distingue bene, forse un uomo.. mentre da dentro il bar qualcuno chiude la porta del retro con un giro di chiave..
    Scenetta 2
    Il ragazzo barcollando in evidente stato di ubriachezza, cerca di raggiungere la strana presenza. Il suo volto esce per un attimo dall’ombra del cappuccio e mostra i lineamenti magri e la barba incolta.
    Scenetta 3
    Il ragazzo cade su una pozzanghera imprecazioni ad alta voce, mentre da una finestra del vicolo qualcuno protesta per l inconsueto rumore notturno.
    Scenetta 4
    La figura si muove verso il ragazzo che resta a terra con lo sguardo carico di terrore, alzando una mano sul volto in segno di protezione.
    Scenetta 5
    La figura avanza, in maniera del tutto innaturale, verso il malcapitato. È avvolta in un lungo mantello nero con il cappuccio che le copre completamente il volto. Al suo incedere non si sente rumore di passi, sembra che fluttui a pochi centimetri dal suolo. Non emette nessun suono, ma porge una mano al malcapitato che giace tremante ancora a terra. La mano è scheletrica e le unghie sono molto lunghe.
    Scenetta 6
    Il ragazzo si scherno con le mani, e urla “vattene non è ancora il momento”. La figura però non retrocede e afferra la mano del ragazzo. Il cappuccio cade e lasciando intravedere lunghi capelli bianchi, il volto scavato e magro, gli occhi indossati nel nero della pelle. ” no è il momento” esclama fredda la voce che sembra arrivare direttamente dall’inferno. ” ti ho cercato tutta la notte, tua madre è molto preoccupata” -“nonna?” Esclama il ragazzo…

    Liked by 2 people

  6. Vignetta 1: È notte, il cielo è stellato. Un ragazzotto è immobile sul ciglio strada e guarda incantato il cielo.
    Vignetta 2: una stella cadente rotola verso la terra, lasciando una scia molto luminosa.
    Vignetta 3: il ragazzo si riscuote e inizia a correre verso il punto in cui sembra essersi posata la stella.
    Vignetta 4: la stella è proprio li hai suoi piedi, lui la raccoglie e se la infila nello zaino.
    Vignetta 5: il ragazzo si gira e inizia a correre veloce.
    Vignetta 6: il ragazzotto è nella camera di una signora molto anziana e sta appendendo la stella alla parete di fronte al letto della vecchietta che lo guarda sorridendo.

    Liked by 3 people

    • Non riesco a immaginare la vignetta 3… perché non so come rappresentare i una sola vignetta lui che si riscuote e lui che inizia a correre… dovrei scegliere una delle due azioni oppure farne 2 vignette.
      Lo stesso per la 4: posso rappresentarlo mentre la mette nello zaino ma non mentre la vede ai suoi piedi… anche qui dovrei dividerla in 2.
      Per la 5 forse qualche escamotage si può inventare…

      Mi piace

  7. Vignetta 1: La bottiglia di alcol è rovesciata sulla scrivania, alcune gocce cadono da essa. La stanza è in penombra, illuminata dalla luce al neon di un insegna che viene da fuori.
    Vignetta 2: Una vecchia foto sulla scrivania mostra due fratelli. Sotto di essa un giornale che riporta la notizia: Ucciso crudelmente uno dei due investigatori Stuart. Il cadavere è stato ritrovato in un vicolo; in grassetto nero.
    Vignetta 3: Una sedia abbandonata su cui ci sono i segni delle ditate sulla polvere, intravediamo una mano dall’altra parte della scrivania.
    Vignetta 4: Una serie di lattine di birra sul pavimento, una ragnatela nell’angolo dei piedi della scrivania e una serie di bollette e di avvisi di non pagamento.
    Vignetta 5: Sulla porta dello studio c’è un avviso di sfratto. Una lampada fulminata pende dal soffitto. Una scritta sul vetro dell’uscio riporta: Stuart e co. investigatori privati.
    Vignetta 6: Un uomo con un buco in testa, riverso sulla scrivania e la pistola in mano. Nell’altra mano una lettera di cui si intravede la scritta, in pessima calligrafia: Sto raggiungendo mio fratello.

    Liked by 1 persona

  8. Molto duro come fumetto, ma mi piace molto come sceneggiato. Riesco a immaginare molto bene tutte le vignette. Complimenti.
    Ti propongo di farne un’altra però non di tipo tragico. Non che non vada bene come l’hai fatto, anzi, ma vorrei vedere come ti viene uno stile più allegro.

    Liked by 1 persona

    • Ho raccontato uno dei più bei ricordi che ho, revisionato. Spero sia abbastanza allegro.
      Vignetta 1: Ci sono due anziani seduti uno di fronte all’altro. I visi segnati dalle rughe, uno indossa un cappello tipico, l’altro ha degli occhiali spessi. Tengono delle carte in mano, anche se uno dei due ha la mano che sembra in movimento. In un angolo del tavolo c’è una merendina con sopra un pezzettino di carta con su scritto: premio.
      Vignetta 2: Un colpo di vento fa volare una carta.
      Vignetta 3: La carta cade a terra. Un bambinetto con i pantaloncini corti e le lentiggini la raccoglie.
      Vignetta 4: La porge a uno degli anziani, sorridendo con gli occhi chiusi. *Nel caso si possano inserire i dialoghi, che gli dice: “Tieni nonno”.
      Vignetta 5: Il vecchio utilizza la carta per vincere la partita.
      Vignetta 6: Il nipote è sulle gambe del nonno che gli porge la merendina.

      Mi piace

  9. N.1
    È notte, un bambino dorme tranquillo nella sua cameretta. La finestra è aperta ed il vento fa svolazzare le tende. S’intravvede un cielo stellato e una bella luna grande nel cielo, luminosa.
    N.2 Una fatina dall’aria birichina si avvicina all’orecchio del bambino e gli dice
    “Svegliati!”
    N.3 Il bambino è seduto sul letto, si stropiccia gli occhi. La fatina prende da sotto il letto un abito da elfo.
    N.4 Il bambino vestito fa roteare le mani, si sprigiona una luce tra le dita. La farina lo guarda sorridendo.
    N.5 Il bambino esce volando dalla finestra con un barattolo di luce stretto al petto.
    N.6 La fatina segue il bambino-elfo e dice “I sogni dei bambini ti aspettano”.

    Mi piace

Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...