Esercizi di scrittura creativa 115


Ricominciamo con gli esercizi di scrittura.

Oggi vi proponiamo un genere che non avevamo ancora sperimentato con voi.

hats-829509_1920Molti di voi, se non tutti, hanno almeno una volta letto un libro, visto un film o una rappresentazione teatrale in stile poliziesco. Quello che proponiamo può avere come titolo: “l’interrogatorio”.

Ciò che è al centro di un interrogatorio è sempre la verità, quindi datele il giusto peso.

Ingredienti:

  1. Dovrete creare un dialogo
  2. Il dialogo sarà sotto forma di interrogatorio, quindi una persona interrogherà l’altra, che sarà accusata e incalzata
  3. L’interrogaTORE dovrà essere un bambino
  4. L’interrogaTO sarà il padre del bambino
  5. Il dialogo dovrà iniziare con:”Dov’eri ieri alle undici di sera? E con chi?”
  6. Epoca in cui si svolge: giorni nostri.

Bonus task (facoltativo): Non usare mai la lettera T.

Svolgete nei commenti oppure sul vostro blog/facebook/tumblr/pinterest/che ne so, dove volete!

Annunci

9 pensieri su “Esercizi di scrittura creativa 115

  1. -Dove ti trovavi alle undici di sera? E con chi?
    -Ero in macchina con la mamma.
    -In macchina a quell’ora?
    E perchè?
    -Volevamo passare qualche secondo insieme, solo noi due.
    -E cosa vi faceva pensare che io fossi d’accordo?
    -Siamo sempre insieme, anche quando non ci siamo. Lo sai amore…la prima cosa è volersi bene, comunque e dovunque.
    -E va bene…ma che non accada più!

    Liked by 1 persona

  2. Senza T.

    dura lex sed lex

    ”Dov’eri ieri alle undici di sera? E con chi?”
    “Perché lo vuoi sapere?’
    “Perché la mamma lo vuole sapere!”
    “Me lo chieda lei, allora”
    “Sai che non lo farebbe mai. Allora dove eri?”
    “Fuori”
    “Dove? E con chi? Non farmi innervosire!”
    “Calma. Sono o no il papà?,
    “Dove? Con chi?”
    “Ero al bar. Con la mia collega.’
    “Chi? La ragioniera Ersilia?”
    “Proprio lei. La ricordi?”
    “Eccome. Assomiglia ad un rospo! E io e la mamma che pensavamo…”
    “Ora fai silenzio, moccioso! E andiamo a dormire. Non mi piace giocare così. È meglio giocare con Ersilia”
    “Ah! Allora avevo ragione! Sei un bugiardo. Avrai pan per focaccia. Avrai una punizione. Dovrai baciare la nonna”
    “No! Quello no. Baciare mia suocera? Non lo farò mai”
    “Allora vai. Ma ricorda di comprarmi quel gioco. Oppure lo dirò alla mamma!”

    Liked by 1 persona

  3. COINCIDENZE SOSPETTE

    – Dov’eri ieri alle undici di sera? E con chi?
    – Che domande! Ero fuori a prendere la legna per il camino con tuo zio.
    – A prendere la legna eh? Però sei rientrato a casa a mezzanotte e mezza, un po’ troppo
    tempo, non ti sembra strano?
    – Beh, effettivamente ora che mi ci fai pensare avevo notato che le luci dell’albero in
    giardino non funzionavano e sono andato a sistemare la presa elettrica in garage.
    – Lo zio può testimoniare?
    – Certo.
    – Ah sì? Eppure lui è rientrato in casa prima di te, non è forse così?
    – Sì, ma…
    – Con chi ti ha lasciato?
    – Con nessuno.
    – Con delle renne, papà?
    – Delle renne?!
    – Renne e folletti per essere precisi!
    – Non mi pare di aver incontrato né renne né folletti, figliolo.
    – No? Allora dimmi… come mai Babbo Natale aveva gli occhiali uguali ai tuoi ed era magro
    come te?
    – Magari anche lui è miope e sta seguendo una dieta prescritta dal medico…
    – E come mai zoppicava proprio come te, che hai preso una storta a calcetto la settimana
    scorsa?
    – E-ecco…
    – Ecco lo dico io! Sei uscito alle undici, sei andato in garage dove la mamma, tua complice,
    aveva prontamente preparato lo scatolone con i vestiti da Babbo Natale. Ti sei cambiato,
    sei entrato in casa lasciando il sacco con i regali e sei scappato via, per ritornare a
    mezzanotte e mezza nelle tue vesti ordinarie. Dico bene?
    – Ma assolutamente no! Ti ho detto che…
    – Papà?!
    – Dimmi!
    – Io non dirò alla mamma di averti scoperto, e manterrò il tuo segreto anche con mia
    sorella.
    – Diamine, e cosa vorresti in cambio?
    – Il prossimo anno voglio due regali in più!
    – Cosa? Non credo proprio che…
    – MAMMA!!
    – Shh!! Ok! Ok! Due regali in più possono andare bene!
    – Tante grazie babbo… Natale!

    Liked by 1 persona

Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...