#Disestoria – 7


Ecco il tema per la #Disestoria di oggi.

Ogni giorno pubblichiamo un disegno, stilizzato o minimale, e da quel disegno dovete farvi ispirare per una STORIA.

Non mettiamo limiti di nessun tipo. Se volete giocare su Twitter avrete sicuramente da risolvere il problema dei 140 caratteri, ma sappiamo che ne siete più che capaci, qui e su Facebook invece non avete limiti. Potete anche scrivere a mano e fare la foto, insomma come al solito non restate imprigionati nella vostra mente e mettetevi alla prova!

Ecco il disegno:

wp-1502472012948.

Buon divertimento!

Annunci

6 pensieri su “#Disestoria – 7

  1. In un luogo molto lontano viveva un bellissimo cigno.
    Tutti gli animali del bosco giungevano al laghetto per ammirare questo prodigio.
    Questo cigno aveva infatti un dono, il suo cuore brillava lucente di un rosso rubino intenso.
    E più il cigno era amato e più il cuore splendeva.
    Un giorno il bellissimo cigno si spense e quella luce meravigliosa, che tanto l’aveva resa splendida, si oscurò. Gli animali giunsero da ogni dove e piansero tanto per la sua morte.
    Mentre tutti erano tristi e si disperavano per la morte del cigno, accadde qualcosa di davvero strano.
    Le lacrime dei piccoli animali, radunati al laghetto, cadendo cominciarono a trasformarsi in perle di rara bellezza.
    “Ma come?” s’interrogavano gli animaletti.
    Dal profondo del lago emerse una ninfa dai tratti abbaglianti. Lunghissimi capelli le avvolgevano le spalle e dai suoi incantevoli occhi blu si sprigionava una luce potente, bianca.
    “Cari animali, io sono il cigno a cui tanto avete voluto bene. Ero la ninfa di questo lago ma una maledizione mi teneva prigioniera. Finalmente il vostro amore mi ha liberato. Vi lascio come mio ricordo queste perle preziose perchè capiate che anche dai dolori più cupi e profondi può nascere la speranza”.
    Gli animali guardarono la ninfa incantati mentre questa spariva lentamente nel laghetto.
    Da quel giorno gli animaletti, aiutati dalla ninfa, decisero di incastonare una perla nel cuore di ogni bambino che nasce. Ad ogni dolore e ad ogni ferita dell’anima la perla brilla della luce della ninfa e dona la speranza.

    Liked by 1 persona

  2. In un luogo molto lontano dalla civiltà, uno studioso di simbolismo stava analizzando uno stemma comparso su un affresco del trecento, dopo un crollo casuale di pittura. Il simbolo rappresentava un occhio su un bastone celtico della vita. Lo sguardo di Dio sugli uomini. Quel simbolo però nascondeva delle altre informazioni più importanti secondo lo studioso. Informazioni sul mondo perduto dei Maia. Una telefonata a Londra informava gli studiosi di Cambridge della scoperta, ma inaspettatamente metteva in pericolo lo studioso. Quella sera mentre Johnny era intento a consultare dei libri per capire meglio cosa quel simbolo rappresentasse, sentì bussare alla sua porta. Erano le due passate da poco, fuori il vento scuote va i rami vicini alla casa sulle finestre. La tenuta luce della lampada dello studioso si spegne inspiegabilmente. Ad un tratto la porta si aprì lasciando passare il vento che andò a sparpagliati i fogli sopra la scrivania del piccolo studio. Una figura molto magra apparve sulla porta. La penombra non lasciava intravedere se fosse una figura maschile o femminile. Poi ad un tratto un lampo la illuminò. Era una donna, vestita in pelle nera. Lunghi capelli neri le ricadevano sulle palle. Il silenzio fu rotto dalla voce della sconosciuta.”il dottor Johnny? “

    Liked by 1 persona

Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...