Miniesercizio 27 – Regina


Anche oggi vi proponiamo il Miniesercizio!

 

Inventate una storia tra le 10 e le 200 parole avendo a disposizione:
– Un’auto da corsa
– Un gatto
– La foto seguente
crown-2468268_1920
Scrivete la vostra storia qui sotto nei commenti! Buon divertimento!
Annunci

5 pensieri su “Miniesercizio 27 – Regina

  1. Regina, il gatto reale, era una bestiola temeraria e leale.
    Un giorno un ladro della corona s’impossessò e su un auto da corsa se la filò.
    Regina, incurate della propria vita, saltò sulla vettura del malfattore e lo fece uscire di strada con adore.
    Il furto fu sventato dal gatto onorato, anche se un po’ ammaccato.

    Liked by 1 persona

  2. Pronta per essere posta sul capo della regina, la nuova corona faceva bella mostra di sé.
    Si aspettava il principe ereditario che era uscito con la sua auto da corsa per un giretto, giusto per non perdere l’abitudine di sentire 700 cavalli sotto il sedere.
    Un gatto, un solo gatto, tagliandogli la strada fece imbizzarrire tutti i cavalli e auto e principe finirono in un fossato pieno di letame.
    Ciò rese più morbido l’impatto ma il puzzo che emanava il principe costrinse a rimandare la cerimonia.

    Liked by 1 persona

  3. Gino era a Londra per assistere a due eventi: l’incoronazione di Carlo e la corsa a Silverstone. “Però…”, pensò Gino grattandosi la testa, “c’è sempre un però”. Doveva scegliere, perché non sarebbe riuscito a vederle entrambe.
    Si aggirava per Milton Road quando vide esposta la copia della corona che sarebbe stata sul capo di Carlo.
    «Quanto costa?» chiese al commesso segaligno che l’aveva accolto con un inchino.
    «Non è in vendita» rispose senza scomporsi.
    “Se è in vetrina, allora è in vendita. Ma come convincere questo pinguino?”
    Si avvicinò alla corona, che era di legno dorato. Un cartellino penzolava. Cento pounds. “Pounds?” si disse sfiorando con un dito la croce. “Peccato lasciarla lì”. Guardò l’ora. si rese conto che doveva volare se intendeva prendere la navetta per Silverstone. Mentre camminava per arrivare alla stazione un gatto lo seguiva. Non era molto in carne e lo fissava come per dire ‘Ho fame’.
    «Vieni piccolo» gli disse prendendolo in braccio. «Si va a mangiare» ed entrò in un negozio per prendere delle crocchette.
    «La navetta è persa?» borbottò, mentre in un piatto metteva il mangiare. «Mi comprerò un modellino di Ferrari Formula 1 e la farò correre nel salotto di casa».

    Liked by 1 persona

Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...