#IncipitProfetico – 14


Ecco l’incipit profetico di oggi!

Come ogni giorno ripassiamo le regole:

Tutti sapete cos’è un incipit: è l’inizio di un racconto, di un romanzo, di una storia. Noi non vi proponiamo semplicemente di scrivere qualcosa partendo soltanto da un incipit, ma di creare qualcosa di profetico.

Ogni giorno pubblichiamo un incipit che spinge verso il futuro. Non si tratta necessariamente di profezie tragiche o di fine del mondo, ma di ispirazioni di ogni tipo.

Il vostro compito sarà quello di continuare la storia!

Buon divertimento!

L’incipit profetico di oggi è:

“La lascerà e vivrà con te. Poi ti renderai conto che ti avevo mentito e verrai per vendicarti, ma io non ti dirò quello che ti ho detto. Quindi non accadrà nulla.”

(Oggi siamo mezzi matti, non fateci caso).

Annunci

2 pensieri su “#IncipitProfetico – 14

  1. Io colmo la metà che manca per essere totalmente matti. Fateci caso! 😄

    “La lascerà e vivrà con te. Poi ti renderai conto che ti avevo mentito e verrai per vendicarti, ma io non ti dirò quello che ti ho detto. Quindi non accadrà nulla.”
    “Tu insisterai. E alla fine pur di liberarmi della tua petulanza confesserò la mia menzogna. Non era vero che ti avevo detto che l’avrebbe lasciata per vivere con te.
    Ti avevo detto che l’avrebbe lasciata a causa del puzzo dei suoi piedi. Tu pensando che non ti puzzino avevi sperato. Ma pure a te puzzano i piedi. “

    Liked by 1 persona

  2. “La lascerà e vivrà con te. Poi ti renderai conto che ti avevo mentito e verrai per vendicarti, ma io non ti dirò quello che ti ho detto. Quindi non accadrà nulla.”
    Le sue parole non trovavano mai riposo nella mia testa. Un misto tra una profezia da incompetenti e frasi di una paraculaggine estrema. Ma niente va secondo i piani quando c’è di mezzo un amore malato, fallito già al principio, quasi una fitta per ogni respiro nuovo del mattino.
    E domani andrò a cercarli. Tutti e due. Lui, il profeta sorridente. E lei, la gattina con la quale viveva il mio lui. Quello che non ho bisogno di cercare. Mai. Mai più.
    So che li troverò insieme. Porterò con me l’arma del mio lui, perché dopo le mie parole servirà un po’ di giustizia. E in più qualche oggetto del mio dolce convivente. Cose piccole: una penna con le sue impronte, un fazzoletto da taschino, una sigaretta fumata a metà. Ora riposano nella mia borsa avvolti in una sua sciarpa, ma finiranno tutti sparsi per la scena della giustizia finale.
    Io ho già un biglietto per il Messico in auto ed una valigia colma colma.
    Basta estati rosse, voglio solo cieli blu.

    Liked by 1 persona

Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...