Miniesercizio – 35


La vita ti arpiona, ti trascina e ti fa soffrire. Ma non solo.
Inventate una storia tra le 10 e le 200 parole avendo a disposizione:
– Un consulente finanziario londinese
– Una gonna di sole perle
– La foto seguente
shoe-1519804_1920
Scrivete la vostra storia qui sotto nei commenti! Buon divertimento!
Annunci

3 pensieri su “Miniesercizio – 35

  1. Anche i consulenti finanziari londinesi ogni tanto sognano. Basta una volta nella vita. E poi la vita non è più la stessa. Notte inamidata come sempre, ma dentro un pinzimonio di storture. Che viste da fuori avrebbero fatto a pugni con il mio pigiama a righe e la mascherina sugli occhi della mummia al mio fianco.
    Abitavo in una scarpa, pensate un po’! Lisa, con tanto di tetto e camino. Lisa, che tra l’altro è il nome di colei che divide con me il letto, il tetto, il sesso, il divano, i figli ed il conto in banca. Ma non i sogni
    Una sgargiante donna asiatica. Questo mi sono trovato nella casa-scarpa al ritorno dal lavoro. Tacchi alti, torso nudo ed indosso solo una gonna di perle lucenti. Mi ha detto solo una parola con occhi neri di una dolcezza fondente: “Amore…” Oggi mi dimetterò e mi metterò a cercarla per il mondo.

    Liked by 2 people

  2. Quando arrivò direttamente da Londra si presentò vestita solo con una gonna di perle e mi convinse a investire i miei risparmi in quell’investimento immobiliare. Una casa fondata su uno scarpone ma con un bel comignolo.
    A garanzia mi diede la sua gonna di perle e, ormai impazzito, mi accorsi dopo che non avevo più soldi, né comignolo, né perle. Erano vetri colorati….eppure non parlando inglese avrei dovuto sospettare qualcosa!

    Liked by 1 persona

  3. Giovanni era un visionario. Avrebbe voluto fare l’architetto ma si ritrovò a Londra come il consulente finanziario della HSBC. L’inventiva non mancava e i risultati arrivavano come grandinate.
    A quarant’anni dopo una folgorante carriera presso l’area italiana era stato chiamato a Londra a capo di un gruppo in staff alla direzione.
    Coi suoi modi raffinati arpionava clienti, anzi quelli al femminile, dell’alta borghesia, la crema londinese, quando parlava di queste.
    La voglia di stupire e di mostrare il suo talento creativo lo indusse a disegnare una casa singolare. Presentati i disegni, l’ingegnere che doveva tramutarli in un progetto rimase a bocca aperta.
    «Sir, ma è impossibile da realizzare».
    «Ti pago profumatamente. Fra sei mesi voglio abitarci» rispose Giovanni.
    Mentre l’impresa costruiva quella villa stravagante, Giovanni conobbe Linda, un’avvenente trentenne, non meno fantasiosa di lui.
    «Domani inauguro la mia nuova abitazione in Sutton Road».
    Alle undici Giovanni era davanti alla sua nuova casa sei mesi dopo l’inizio dei lavori.
    «Oh!» esclamò Linda, guardando quella costruzione a forma di scarpone.
    «Sei meravigliosa» disse stupito, ammirando la sua gonna di perle di lago.

    Liked by 1 persona

Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...