#Disestoria – 24


Ecco il tema per la #Disestoria di oggi.

Ogni giorno pubblichiamo un disegno, stilizzato o minimale, e da quel disegno dovete farvi ispirare per una STORIA.

Non mettiamo limiti di nessun tipo. Se volete giocare su Twitter avrete sicuramente da risolvere il problema dei 140 caratteri, ma sappiamo che ne siete più che capaci, qui e su Facebook invece non avete limiti. Potete anche scrivere a mano e fare la foto, insomma come al solito non restate imprigionati nella vostra mente e mettetevi alla prova!

Ecco il disegno:

wp-1502892900616.

Buon divertimento!

Annunci

2 pensieri su “#Disestoria – 24

  1. Un trillo, una nota, uno sgorbio nero sul pentagramma. Ecco le impressioni di Silvia, che osserva il disegno.
    “Che ci sta a fare quel coso che assomiglia più a uno spermatozoo che a una nota” pensa la ragazza, socchiudendo gli occhi.
    Eppure non si rassegna. Deve vincere quel contest che assegna due biglietti per il concerto del 15 ottobre del Boss a Milano.
    «Che diavolo d’idea hanno avuto!» borbotta Silvia corrugando la fronte.
    Aveva ricevuto una mail che diceva.
    ‘Guarda il disegno, disegna una storia con le parole e spedisci il tutto a Contest impossibili entro il 15 settembre. Se sei stato capace di costruire una bella storia vinci due biglietti per il concerto di Springsteen del 15 ottobre prossimo a San Siro Milano’
    Silvia ha scaricato il disegno sul suo portatile e ha visto lo sgorbio, entrando nel panico.
    Impossibile disegnare una storia credibile e originale, si è detta, abbandonandosi sullo schienale della sedia. Quel disegno le ha seccato tutte le idee, che erano già scarse per natura.
    «Non vincerò mai il contest e addio possibilità di assistere gratis al concerto del Boss.
    Springsteen è il suo idolo. Stravede per lui e la sua chitarra. Possiede tutti i suoi album e la sua camera è tappezzata con i suoi poster.
    Sa che i suoi non la lasceranno andare al concerto di San Siro ma due biglietti gratis avrebbero aperto tutte le porte. Ha già pensato chi invitare. Non Gianluca, che non ama quel tipo di musica ma Liliana, l’amica del cuore.
    Però adesso deve confezionare questa benedetta storia, altrimenti il concerto resterà un sogno.
    Chiude gli occhi e vede lui, The Boss, ma è troppo poco e il foglio resta bianco.
    Poi un’idea folgorante.
    ‘Angelo se ne andava muovendosi sinuoso sulle linee rosse alla ricerca della sua compagna Ovetto Rosa…’
    E la storia prosegue.
    Tuttavia Silvia non ha vinto nulla ma si è beccata un terribile cazziatone da parte di sua madre.
    «A San Siro? A Milano? Ma ti rendi conto che hai solo dodici anni?»

    Mi piace

Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...