Miniesercizio – 55 – Acciaio


Anche oggi vi proponiamo il Miniesercizio!
Questo tipo di esercizio ha l’ambizione di sviluppare la fantasia dello scrittore attraverso un approccio visivo di tipo statico, appunto una fotografia.
L’aspetto di osservazione è fondamentale in quanto bisogna essere in grado di raccontare ciò che si vede a qualcuno che appunto non vede quel che guardate voi. E non è semplice farlo in modo originale e credibile.
Inoltre con i tre parametri definiti ogni volta diversi proponiamo una “confusione” mentale che può far scaturire una storia che non immaginavate neanche di poter pensare.
Per concludere il limite di parole, che vi obbliga a non dilungarvi in concetti relativamente inutili o ripetitivi e a concentrarvi su un buon contenuto.
Buon divertimento!
Inventate una storia tra le 10 e le 200 parole avendo a disposizione:
– Un impiegato fin troppo allegro
– Una pistola ad acqua
– Un bicchiere di vino scadente
– La foto seguente
vehicle-2275456_1920
Scrivete la vostra storia qui sotto nei commenti! Buon divertimento!

Invitate i vostri contatti su scriverecreativo.net!

Facciamo come le compagnie telefoniche! Se un vostro amico si iscrive pubblichiamo un vostro svolgimento! 😉

Annunci

3 pensieri su “Miniesercizio – 55 – Acciaio

  1. Era impiegato nella fabbrica dove si costruivano micidiali armi.
    Lui era all’officina dei carri armati.
    Era abitudine, quasi un rito, battezzare il carro finito. E il suo compito era di sparare con una pistola ad acqua sul carro.
    Non gli piaceva quel lavoro.
    La sera si consolava con un bicchiere di vino. Non di quello buono. Non se lo poteva permettere. Beveva vino di pessima qualità. Che comunque lo aiutava ad essere allegro durante il lavoro. Fin troppo.

    Liked by 1 persona

  2. Nella mia qualifica di demolitore, mi trovai con il mezzo cingolato davanti a quello stabile ormai deserto ed in disuso, avevo il perentorio ordine di abbattere tutto senza perder ulteriore tempo! Per questo non esitai ad azionare il grosso peso d’ acciaio lanciandolo contro pareti e muri portanti. Diane una pausa, trovai fra i detriti una pistola ad acqua, una fotografia di un gruppo di colleghi di lavoro far cui spiccava l’immagine di un impiegato fin troppo allegro nel contesto dell’immagine stessa chissà a quali vite erano appartenute… Mi versai del vino che trovai scadente. Basta perder tempo. Risalii sul mezzo pesante dai cingoli d’acciaio e ricominciai l’opera distruttiva. Dovevo finire entro la giornata.

    Poco tempo a disposizione… si può far meglio! 🤔

    Mi piace

  3. Flavio era seduto all’osteria con la testa fra le mani davanti a un bicchiere di vino. Non osava guardarsi allo specchio: c’era una persona diversa da quella che vestiva tutte le mattine. Amava scherzare coi colleghi che lo prendevano per matto.
    Oggi uno scherzo finito male. Aveva preso la pistola ad acqua di Ciro, il figlio, per spaventare Giuseppe, il caposquadra del movimento terra.
    «Mani in alto! Questa è una rapina!» gli aveva intimato, innaffiandolo per bene.
    Una bestemmia e l’escavatore cingolato compiva un brusco scarto. La benna aveva tirato giù il palo della luce. Uno zampillare di scintille e tutti a correre per evitare il filo che lampeggiava zigzagando come un serpente.
    Flavio era rimasto fermo come un sasso. Tanto era inutile correre. Il danno era fatto.
    «Deficiente» aveva urlato il direttore dei lavori vedendo lo scempio, che Flavio aveva originato. «Sparisci, prima che…».
    Flavio non se lo fece ripetere due volte. Infilò il cancello del cantiere per annegare l’angoscia in un bicchiere di vino, che sapeva d’aceto.
    Adesso si domandava come avrebbe osato presentarsi domani in ufficio. Al solo pensiero gli veniva da piangere.
    “E se mi chiedono di rifondere i danni?” e ingollò il resto del bicchiere.

    Liked by 1 persona

Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...